lunedì 7 ottobre 2019

Due fasci di fiori ed una lettera per manifestare vicinanza alla Polizia

Mesagne. Due fasci di fiori in segno di solidarietà e vicinanza sono stati recapitati al Commissariato di Polizia da alcuni cittadini e commercianti del luogo insieme ad una lettera.  Che così recita: “Quando si toglie la vita a qualcuno è già qualcosa di orrendo, una parte di civiltà muore, ma quando ad essere ucciso è un rappresentante dello Stato mentre svolge il proprio dovere, si sta uccidendo un po’ tutti noi. Si uccide una Nazione”. 
 La lettera così prosegue:  L’amore per un paese passa attraverso il rispetto di chi lo tutela. C’è una moglie che piange, una famiglia distrutta e una famiglia annientata ancor prima di nascere”. E così conclude: “Mi unisco al vostro dolore per la perdita dei colleghi”. 
Dopo il tragico fatto di Trieste, che ha sconvolto l’intero Paese e la Polizia di Stato tutta, numerosi ed apprezzati sono stati i gesti di solidarietà del mondo istituzionale e civile.
Già nella giornata di sabato il personale dell’Arma dei Carabinieri ha voluto rendere omaggio ai due poliziotti brutalmente assassinati, manifestando la sua vicinanza nei pressi della Questura e dei due Commissariati distaccati di Mesagne ed Ostuni.
Nella mattinata di oggi i due fasci di fiori e la toccante lettera da parte dei cittadini e commercianti, che hanno così manifestato l’impellente necessità di testimoniare anche la loro vicinanza agli uomini e donne della Polizia.