mercoledì 7 agosto 2019

Nuovi parcheggi per disabili a Torre San Gennaro

Parcheggi riservati su viale Provenzano
    Torre San Gennaro (Torchiarolo). Con l’intervento di riqualificazione della costa, ancora da completare, arrivano sulla località balneare in agro di Torchiarolo, una serie di parcheggi per disabili, collocati in modo tale da facilitare l’accesso all’arenile agli aventi diritto. Un intervento che si compendia e completa quello della sostituzione della segnaletica verticale, già in massima parte effettuato.
  Le prime zone individuate per la sosta riservata alle auto con appositi pass per disabili sono state quella di via Belvedere e lungo Viale Provenzano. Soste, che insistono a pochi passi dall’arenile conosciuto come “lu mare te le fimmine” ed a ridosso del piazzale panoramico di Campo di Mare, che in questo periodo, com’è noto, ospita gli spettacoli programmati dall’”Agosto sampietrano”. 
  Un’attenzione verso le fasce più deboli dell’utenza, che si riversa per le vacanze estive sulla marina di Torchiarolo, da parte della pubblica amministrazione, che non può certo passare inosservata. E che sarà accentuata dai controlli, che il Comando della Polizia locale assicura effettuerà sistematicamente. 
“Controlli-spiega il comandante Lorenzo Renna- che non si limiteranno alla validità del titolo esposto sul lunotto, ma anche e soprattutto alla presenza della persona avente diritto”.
.. e su via Belvedere
  Nonostante l’atavica carenza di personale la Polizia locale non sta facendo mancare la sua presenza sulla marina più popolosa della fascia sud di Brindisi. Grazie all’impiego dello Street Control riesce ad effettuare continui e rapidi controlli sulle soste. Ora anche nel merito dei permessi per disabili.
  “Un abuso particolarmente odioso quello di utilizzare un pass per disabili, senza la presenza in auto dell’avente diritto”- commenta il comandante Renna-.
  Con i lavori di riqualificazione della costa le località balneari in agro di Torchiarolo si stanno dotando di aree riservate a zona traffico limitato e con tanto di piste ciclo pedonabili. Un modo di vivere la marina in tutta tranquillità, senza l’assillo dell’assalto dei veicoli, che solitamente non lasciano spazio ai pedoni. Per fortuna l’inversione di tendenza è già cominciata con il favore dell’utenza, che già apprezza il modo di vivere, ad esempio, la lunga passeggiata sul lungomare Marinai d’Italia.