sabato 11 maggio 2019

Tentata rapina, armi in pugno, sventata dai vgilantes

Jap Trend Store
   San Pietro Vernotico. Tentata rapina, armi in pugno, poco prima dell’alba, questa mattina sulla centralissima via Brindisi. Obiettivo dei malviventi il negozio di abbigliamento Jap Trend Store. Il colpo è fallito per il tempestivo intervento delle guardie giurate, allertate dal sistema d’allarme del negozio collegato con la centrale dei vigilantes. Che al loro arrivo sono stati bersagliati da due colpi di lupara, per fortuna senza conseguenze per gli agenti. I colpi hanno danneggiato l’auto di servizio.
  Via Brindisi. E’ ancora buio quando i malviventi, pare due, cercano di infrangere la vetrina del negozio utilizzando come ariete una vecchia Panda, rubata ad una donna residente a Varese e giunta pochi giorni fa in paese per un lutto in famiglia. Scatta l’allarme collegato alla sala radio dei vigilantes e le guardie giurate arrivano in un baleno sul posto. Intimano l’alt ai banditi, ma per tutta risposta vengono accolti a colpi di lupara. Gli agenti fanno appena in tempo a ripararsi dietro l’auto di servizio. Il colpo, comunque, fallisce ed i malviventi raggiungono un’Alfa Romeo Giulietta, che era ad attenderli in via Vercelli, una traversa di via Brindisi. La fuga, sembrerebbe, verso la circonvallazione, ed i banditi svaniscono nel nulla.
  Sul posto giungono i carabinieri della locale stazione, coordinati dal luogotenente Vincenzo Maci. Nessuna testimonianza sull’accaduto, salvo quella resa dai vigilantes. Al vaglio degli inquirenti i filmati dai alcuni sistemi di sorveglianza attivi nella zona.
   “Aspetterei a dire che siamo di fronte ad un “ritorno di fiamma” della criminalità, ma qualcosa del genere – sostiene il presidente della locale associazione antiracket, Ermanno Manca- me l’aspettavo”.
Ermanno Manca
  “Sinora-aggiunge Manca, che giovedì scorso ha preso parte ad una riunione del Comitato provinciale per l’ordine pubblico e la sicurezza, convocato dal prefetto, Umberto Guidato-siamo stati una sorta di isola felice, anche se negli ultimi tempi non sono mancati i segnali di una involuzione della situazione. Non bisogna dimenticare, comunque, che San Pietro Vernotico è contornata da paesi come Torchiarolo, Cellino, Tuturano, San Donaci e via dicendo, dove di certo non si vivono situazioni di normalità. La calma qui nel nostro paese non poteva durare, nonostante il lavoro silenzioso ed efficace dell’Arma, che ha, comunque, sempre avuto il polso della situazione in mano. Fondamentale in questi casi è la collaborazione dei cittadini”.

 La Polizia ritrova armi e merce rubata

Aggiornamento. Gli agenti dell’Unità Falchi della Squadra Mobile,  unitamente ai colleghi dell’Antirapina e delle Sezioni Antidroga e di Contrasto al Crimine diffuso di Brindisi hanno rinvenuto in un casolare in apparente stato di abbandono sulla litoranea salentina a sud del capoluogo, un fucile calibro 12 con serbatoio, rifornito di cartucce, una pistola a salve del tipo scacciacani e alcune grandi buste in cellophane colme di capi di abbigliamento, con ancora le targhette di produzione e i prezzi di vendita al dettaglio trafugate in un negozio di Brindisi e nell'esecizio comemrciale di San Pietro Vernotico .
  Dopo i necessari approfondimenti e di concerto con il pubblico ministero. di turno persso la Procura della Repubblica, che coordina le indagini, i capi di vestiario, previo riconoscimento dai titolari degli esercizi commerciali, sono stati restituiti ai legittimi aventi diritto, mentre sul materiale balistico sequestrato, e repertato dalla Polizia Scientifica, saranno effettuati i necessari accertamenti tecnici. 
  Anche nel comune capoluogo, poche ore prima di quanto accaduto a San Pietro Vernotico, alcuni malviventi avevano effettuato una spaccata ai danni di un negozio del centro storico. Ed anche in questo caso è stata utilizzata come ariete una Fiat Panda. I ladri sono riusciti a portarsi via numerosi capi d’abbigliamento di varie marche. Abbandonata la Panda, sono poi fuggiti facendo perdere le tracce. Indaga la Polizia di Stato