giovedì 14 giugno 2018

Attentato incendiario, arrestato anche il presunto complice

Gianni Caputo
San Donaci. Arrestato anche il presunto complice di Carmelo Del Prete, 31 anni, l’uomo che lo scorso 2 giugno è stato colto in flagranza di reato ed arrestato per incendio di un’auto parcheggiata sulla pubblica via, una Mercedes classe A, e ricettazione di un veicolo rubato, Una Fiat Uno, utilizzata per la fuga. Si tratta di Gianni Caputo, 24enne del posto, il quale è stato tratto in arresto, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. del Tribunale di Brindisi. 
  Secondo la ricostruzione effettuata dai carabinieri di San Donaci, i due sono accusati di aver dato fuoco intorno a mezzanotte all’auto di proprietà di un 31enne del posto, la cui moglie era candidata al consiglio comunale.
  Del Prete fu arrestato in flagranza di reato, Si era  allontanato precipitosamente dal luogo dell’incendio a bordo della Fiat Uno, ma non avrebbe fatto molta strada dal luogo dell'attentato, poiché i suoi abiti avevano preso fuoco. E così anche l’auto, che dalle indagini risultò poi essere stata rubata la sera prima a San Pietro Vernotico.
 Ulteriori indagini effettuate dai carabinieri, coordinate dalla Procura di Brindisi, hanno consentito di arrivare all’identità del presunto complice, Giani Caputo, appunto. il quale dopo le formalità di rito è stato posto in regime di arresti domiciliari.