venerdì 8 giugno 2018

Accordo di collaborazione tra le Polizie locali di Cellino San Marco e Torchiarolo

Torchiarolo. Accordo di collaborazione tra le Polizie locali di Cellino San Marco e Torchiarolo finalizzato a garantire “un maggior presidio sul territorio, una più incisiva presenza per la prevenzione e contrasto dei fenomeni attinenti la sicurezza dei cittadini, la prevenzione e repressione dei reati, la salvaguardia ed il decoro  urbano, la tutela del patrimonio pubblico e privato, la sicurezza della circolazione stradale, nonché la tutela ambientale”. 
 Lo schema di accordo è stato siglato dal sindaco di Cellino San Marco, Salvatore De Luca, previa delibera di giunta comunale, e dal commissario prefettizio alla guida del Comune di Torchiarolo, Claudio Sergi. Ed è valido sino al 31 dicembre del 2019, salvo proroghe tra le parti. Il Comune capofila è Torchiarolo, Ente dove sarà istituita la centrale operativa destinata a ricevere con il trasferimento di chiamata le richieste di intervento, mentre gli agenti in servizio dipenderanno dal Comando sul quale si troveranno ad operare.
  L’accordo disciplina i rapporti finanziari tra i due Enti, il porto di armi, l’attività di servizio nello specifico e l’ambito territoriale operativo. Prevede anche l’eventuale ammissione di nuovi Comuni, la cui istanza dovrà essere presentata a Torchiarolo, Ente capofila, e la cui accettazione  è subordinata all’approvazione unanime da parte dei Comuni inizialmente aderenti all’accordo con apposita delibera di giunta.
  L’accordo sottoscritto tra il Comune di Cellino San Marco e Torchiarolo consentirà di avere così una più significativa e tempestiva presenza degli agenti di Polizia locale sul territorio. Ed in qualche modo richiama alla memoria una collaborazione tra le Polizie municipali di San Pietro, Cellino e Torchiarolo datata anni 70, effettuata nel solo periodo estivo con l’obiettivo anche allora  di assicurare sulle località balneari a sud di Brindisi, Campo di Mare, Torre San Gennaro e Lindinuso, una più efficace presenza ed un maggiore controllo del territorio.