martedì 17 aprile 2018

Un sottufficiale dell'Aeronautica, Marasco, candidato sindaco a San Donaci

Angelo Marasco
 Sarà Angelo Marasco, 50 anni, sottufficiale dell’Aeronautica Militare,  laurea in Scienze organizzative e gestionali, a guidare la lista civica “San Donaci Futura” alle  amministrative del prossimo 10 giugno. La candidatura a sindaco di Marasco è stata sancita nel corso di una riunione ieri sera, tra le diverse anime del centro sinistra locale. Sarà, infatti, sostenuta da due movimenti, "San Donaci Bene Comune” la lista civica con la quale nel 2013 Pd, Psi e Sel, sostennero la candidatura a primo cittadino di Domenico Serio esponente del Pd,  e da “Liberi e forti”, la civica allora capeggiata da Marco Pecoraro. Oltre che da due partiti politici: “Liberti ed Uguali”, con il sindaco uscente Domenico Fina, l’assessore Agnese Baldassare, il presidente del consiglio comunale, Angelo Presta, e dai Comunisti italiani, con l’assessore Gianluca Zurlo.
Militante della Margherita prima e poi, nel 2007, tra i fondatori del PD, nell’ambito del quale partito ha rivestito ruoli di dirigente locale, Angelo Marasco, vanta una lunga militanza nel volontariato e nell’Azione cattolica.
Antonella Vincenti
  Dunque, giochi fatti nell’area di centro sinistra. Almeno per quanto attiene la candidatura più ambita. Rimane da affinare ancora la lista dei candidati ad uno dei posti da consigliere comunale.
 Il Pd di San Donaci, guidato da Antonella Vincenti, ha, invece, preferito aprire un confronto con “Forza Italia” e “Noi con l’Italia”. 
 “Le forze incontrate, “Forza Italia” e “Noi con l’Italia”, hanno mostrato – ha spiegato Vincenti- piena disponibilità a riconoscere centralità al Pd nella espressione della candidatura, sulla base di un programma condiviso”. L'eventuale candidatura di Vincenti a prima cittadina di San Donaci non è stata, comunque, ancora ufficializzata, anche se da più parti vene data per certa. 
  San Donaci torna al voto amministrativo alla scadenza naturale del mandato, portato a termine dal sindaco uscente, Domenico Fina, e dalla vice
Mariangela Presta.