sabato 14 aprile 2018

Dall'affidamento ai servizi sociali al carcere per furto di energia elettrica e infissi

Cosimo Carone
I carabinieri di Tuturano hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Lecce nei confronti di Cosimo Carone, 51enne del luogo, già affidato in prova ai servizi sociali. Il provvedimento maggiormente restrittivo è la conseguenza dell'arresto al quale l’uomo è stato sottoposto lo scorso 25 febbraio per furto di energia elettrica. 
 In quella circostanza, le verifiche effettuate dai carabinieri, unitamente al personale tecnico dell'Enel, hanno certificato un furto di energia elettrica sottratta pari a  100mila chilowattora, per un valore stimato in circa 50mila euro. Nel corso della perquisizione domiciliare sono stati, inoltre, rinvenuti tre infissi in legno, completi di telaio nascosti nel vano scala dell'abitazione, che da successive verifiche è emerso come fossero stati rubati da un'abitazione sita in Tuturano, non molto lontano da quella dell'arrestato. I manufatti sono stati sottoposti a sequestro, mentre Carone è stato tradotto nella casa circondariale di Brindisi.