venerdì 6 aprile 2018

Carabinieri scoprono depositi di attrezzi agricoli rubati. Un arresto


Arrestato dai carabinieri a Villa Castelli un agricoltore per istigazione alla corruzione, ricettazione di attrezzi agricoli e detenzione abusiva di un fucile con matricola abrasa. Si tratta di Vito Cataldo Carruozzo, 64enne del luogo, 8nella foto) che nel garage custodiva 9 motoseghe di varie marche, un decespugliatore, una motozappa e un gruppo elettrogeno, attrezzatura perfettamente funzionante, ma della quale non ha saputo fornire la provenienza. Ulteriori ricerche da parte dei militari dell’Arma hanno consentito di rinvenire, nascosto in un bustone di plastica nera, un fucile perfettamente funzionante, calibro 36 con matricola abrasa. L'arma e gli attrezzi sono stati sottoposti a sequestro, mentre su disposizione dell'Autorità Giudiziaria Vito Cataldo è stato sottoposto agli arresti domiciliari. 
  Alla vista dei carabinieri l’uomo è apparso subito sfuggente. Un comportamento che ha comprensibilmente insospettito i militari, i quali hanno proceduto ad eseguire una perquisizione nell'abitazione, nell'area circostante e nel garage di pertinenza, in contrada Tagliaventi. Dopo il rinvenimento degli attrezzi agricoli ed in conseguenza del fatto che i militari dell’Arma continuavano con la perquisizione all'interno dell'abitazione, l'uomo avrebbe  offerto una 10mila euro affinché desistessero
I carabinieri invitano coloro i quali hanno subito il furto di attrezzatura agricola (motoseghe, decespugliatore, motozappa) a presentarsi negli uffici della Stazione Carabinieri di Villa Castelli, muniti della copia della denuncia a suo tempo formalizzata, per l'eventuale riconoscimento tra quelli che sono stati sequestrati (nelle foto alcuni degli attrezzi ritrovati).