martedì 13 marzo 2018

Fermata a Brindisi una 23enne per l'omicidio di un nigeriano

Una 23enne nigeriana, Mariat Okoro, con regolare permesso sul territorio italiano, è stata fermata dalla Polizia in quanto indiziata del delitto di un suo connazionale 24enne, al quale era stata rigettata l’istanza di protezione internazionale. La donan è stata reclusa nel carcere di Lecce a disposzione dell’Autorità giudiziaria.
 Il cadavere del giovane è stato scoperto ieri mattina allorquando un’aliquota del 118, rispondendo ad una richiesta di soccorso, si è recata in un appartamento al secondo piano di via Bastioni Carlo V.
  Le indagini condotte dagli investigatori della Squadra Mobile e coordinate dalla Procura della Repubblica, hanno consentito in serata di raccogliere elementi indizianti nei confronti di Mariat Okoro.
La donna non avrebbe fornito alcuna spiegazione sul fatto, che l’uomo si fosse accasciato per terra con profonde ferite al torace. Tra i due probabilmente, è l’ipotesi investigativa, ci sarebbe stata una furiosa lite, culminata con un accoltellamento.