venerdì 11 agosto 2017

Piano di riordino ospedaliero: Cellino San Marco eleggeà una delegazione del consiglio comunale

Il consiglio comunale di Cellino Sa Marco è stato convocato per mercoledì, 16 agosto, alle 11, ed in seconda convocazione alle 12 del giorno dopo. Tra gli altri punti all’ordine del giorno dei lavori c’è la nomina di “una delegazione rappresentativa di tutti i gruppi consiliari al fine di incontrare il direttore generale e sanitario della Asl di Brindisi ai quali presentare un proposta dettagliata di potenziamento dei servizi territoriali e recupero di quelli soppressi”. L’iniziativa rientra nell’ambito delle azioni che il consiglio comunale ha decretato di  adottare con voti unanimi lo scorso 30 giugno con riferimento al Piano di riordino ospedaliero.
  Piano di riordino, che com’è noto ha decretato di fatto la chiusura dell’ospedale “Melli” e la sua parziale riconversione in Rems, residenza per malati psichiatrici gravi. Tanto che dal primo luglio scorso il Pronto soccorso del presidio ospedaliero sampietrano è già stato chiuso.
  Che cosa andrà a proporre la delegazione comunale di Cellino San Marco al direttore generale, ed a quello sanitario, al momento non è dato saperlo. E tantomeno è possibile ipotizzare cosa di fatto potranno fare i due dirigenti della Asl di diverso da quello, che già prevede il Piano di riordino ospedaliero, che com’è noto è stato deciso a livello regionale. E che tra l'altro è stato sottoscritto dall'allora sindaco di San Pietro Vernotico, Maurizio Renna, per competenza trerritoriale, sebbene lo abbia fatto senza alcun mandato di giunta o consiglio comunale.
  Indiscrezioni di palazzo riferiscono che la delegazione sarà composta dai capigruppo in consiglio comunale. E che prevedibilmente sarà guidata dal sindaco Salvatore De Luca. A mezzogiorno di mercoledì, il giorno dopo di ferragosto, sarà comunque il consiglio comunale a formalizzarne la nomina.