mercoledì 30 agosto 2017

In Afghanistan gli alpini insegnano agli scolari come evitare i rischi degli ordini inesplosi

  E’ stata attivata dal contingente italiano nella base di “Camp Arena”, una campagna informativa rivolta ai bambini delle scuole della provincia di Herat, in Afghanistan, sui rischi connessi con il ritrovamento di ordigni inesplosi (Uxo – Unexploded Ordance) ed improvvisati (Improvised Explosive Device - Ied). Militari e poliziotti afgani delle Afghan National Security Forces (Ansf), supportati dagli specialisti militari italiani della cellula Counter-Improvised Explosive Device (C-Ied), spiegheranno ai più piccoli come riconoscere, evitare e segnalare questi ordigni alle forze di sicurezza, in modo da scongiurare incidenti. I militari delle Ansf sono stati istruiti e addestrati dagli advisor italiani del “Train, Advise, Assist Command West.

Furto energia elettrica, un arresto a San Pancrazio Salentino

A conclusione di mirati accertamenti i carabinieri  di San Pancrazio Salentino hanno tratto in arresto in flagranza di reato Antonio Muscogiuri, 60enne del posto, per furto di energia elettrica. I militari hanno accertato che l’uomo, nonostante l’arresto subito pochi giorni prima e incurante del distacco forzato dell’erogazione della corrente elettrica, aveva effettuato nuovamente la manomissione del contatore della sua abitazione allacciandolo direttamente alla linea elettrica.
Dopo le formalità di rito su disposizione dell’Autorità giudiziaria l’uomo è stato rimesso in libertà

Il maresciallo maggiore Maci al comando della stazione carabinieri di San Pietro Vernotico

 Avvicendamento al comando della locale stazione carabinieri di San Pietro Vernotico. Da alcuni giorni il maresciallo maggiore Vincenzo Maci (nella foto) è subentrato al posto del pari grado Giuseppe Pisani, che ha comandato la stazione per 7 anni e che è stato assegnato ad altro incarico.
Il maresciallo maggiore Maci negli ultimi anni ha partecipato alle principali attività investigative del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Brindisi, dapprima quale addetto al Nucleo Investigativo e più recentemente al Nucleo Informativo. Ha un'esperienza di servizio trentennale ed ha  comandato per oltre un decennio anche la stazione di Campi Salentina, in provincia di Lecce.
.

martedì 29 agosto 2017

San Pietro, spaventoso incidente stradale sulla via per il mare

Spaventoso incidente stradale questa sera, martedì 29 agosto, sulla via che da San Pietro Vernotico porta al mare. Nei pressi dell’ex stabilimento “Primavera” due auto, una Peugeot 206 ed una Ford Fiesta, per cause in corso di accertamento da parte della polizia municipale e carabinieri sono entrate in collisone. Tre i feriti soccorsi da aliquote del 118 e trasportati al Perrino a Brindisi una coppia di anziani coniugi ed il conducente dell’altro veicolo. Tutti e 3 i ferito sono di San Pietro Vernotico. Nonostante il groviglio di lamiere contorte dalle quale sono stati estratti sembrerebbe che, fortunatamente, non sono in pericolo di vita. I tre feriti sono stati tirati fuori dagli abitacoli non senza difficoltà dai sanitari accorsi per primi sul posto.
 Le due auto sono finite accartocciate una sull’altra in un vicino canalone. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Brindisi, mentre la strada che porta al mare è stata bloccata ed il traffico deviato su stradine interpoderali. 

Il contingente italiano in Libano in linea con gli standard Onu

Gli ispettori dell’Onu nella base “Millevoi” di Shama per  la “Operational Readiness Inspection” (Ori)  ai caschi blu italiani impiegati nella missione Unifil.
La “Joint Task Force Lebanon”, costituita su base Brigata “Granatieri di Sardegna”, (nella quale milita una significativa quota di militari salentini), con a capo il generale di Brigata Francesco Olla, ha dimostrato di poter esprimere un livello delle capacità operative, logistiche e infrastrutturali ben al di sopra dei requisiti previsti dalla normativa: un elemento di vitale importanza per l’assolvimento dei compiti assegnati dalla Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.
 La Ori è una complessa attività di verifica, svolta da un team di ispettori delle Nazioni Unite nei confronti dei contingenti impiegati nelle missioni su aree sensibili, ed è finalizzata a garantire il rispetto degli standard previsti dalle direttive delle Nazioni Unite per la missione nel Sud del Libano.



i

Il ten. col. Candido las ia il comando del Noe di Lecce al maggiore Campanella

 Dopo quasi nove anni il tenente colonnello Nicola Candido (nella foto) lascia il comando del Nucleo tutela ambiente di Lecce al maggiore Dario Campanella, già comandante la compagnia di Castelnovo Monti in provincia di Reggio Emilia. Il ten. col. Candido andrà a ricoprire l’incarico di comandante del reparto operativo del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale a Roma.

domenica 27 agosto 2017

Due arresti per droga a Francavilla Fontana e Brindisi

La droga sequestrata a Francavilla Fontana
 A conclusione di mirato servizio finalizzato al contrasto dei reati concernenti le sostanze stupefacenti i carabinieri di Francavilla Fontana, coadiuvati dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, Ivan Curiazio, 20enne del posto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Il giovane è stato notato per strada da una pattuglia dell’Arma, che ha così deciso di controllarlo. Non appena i carabinieri si stavano avvicinando il giovane è, però, fuggito a piedi liberandosi di una dose di cocaina. Tutto inutile.
Dopo un breve inseguimento a piedi, Ivan Curiazio è stato, infatti, raggiunto dai militari che lo hanno perquisito.  Nella sua abitazione poi sono stati trovati 21 grammi di hashish suddivisa in 21 dosi, 2 grammi di cocaina suddivisa in 3 dosi ed un grammo  di marijuana, nonché il materiale per il confezionamento della sostanza, nastro, bustine e 2 taglierini.
Dopo le formalità di rito il giovane è stato posto in regime di arresti domiciliari.
 I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Brindisi, hanno, invece, tratto in arresto in flagranza di reato, Claudio Calò, 45enne del posto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
L’uomo, già sottoposto agli arresti domiciliari, a seguito a un controllo presso la sua abitazione, è stato trovato in possesso di oltre 21 grammi di marijuana ed altrettanti di hashish, il tutto già suddiviso in dosi. Claudio Calò dopo le formalità di rito e su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato, pertanto, nuovamente posto agli arresti domiciliari.

sabato 26 agosto 2017

Villa Castelli, un arresto per maltrattamenti in faniglia e resistenza a pubblico ufficiale

I carabinieri di Villa Castelli coadiuvati dai militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Francavilla Fontana, hanno tratto in arresto in flagranza di reato, un uomo del posto, per maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico.
A seguito della segnalazione di una lite in corso l’uomo è stato sorpreso e bloccato dai militari dell’Arma, mentre minacciava, usando violenza fisica, la moglie e la suocera, entrambe conviventi. Le indagini hanno evidenziato ripetute violenze fisiche e psicologiche in danno delle due malcapitate donne, anche in presenza dei figli minori, in atto dal Duemila.
 Dopo le formalità di rito e su disposizione dell’autorità giudiziaria l’uomo è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.

Carabinieri, un arresto per violenza sessuale aggravata

Arrestato dai carabinieri del Comando provinciale di Brindisi un uomo con l’accusa di violenza sessuale aggravata.
 Al termine di complessa attività investigativa è stato accertato che l’uomo nel periodo tra il 2016 ed il mese di giugno di quest’anno, approfittando del rapporto di amicizia instaurato con la famiglia della vittima, si è reso responsabile di avere abusato, ripetutamente, di una minore affetta da lieve ritardo cognitivo, costringendola ad avere rapporti sessuali.
 Dopo le formalità di rito l’uomo su disposizione dell’Autorità giudiziaria è stato tradotto presso il suo domicilio in regime di arresti domiciliari.

Presunta ladra incastrata dalle telecamere del suo impianto di videosorveglianza

Caserma carabinieri Torchiarolo
Furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale: con queste accuse una coppia di Torchiarolo, vecchia conoscenza della Forze dell’ordine, è stata arrestata in flagranza di reato e condotta in carcere a Brindisi. Si tratta della 39enne Rossana Bianchi, di Torchiarolo, e del 57enne Angelo Susca, di Trepuzzi, che nonostante già raggiunto da un foglio di via obbligatorio, all’arrivo dei carabinieri si trovava in casa della compagna.
  Ad incastrare la donna del furto di 230 euro sottratte dal portafoglio della figlia di una vicina di casa le telecamere di sorveglianza del suo stesso impianto.

Il Meetup di Cellino: "Una delegazione consiliare senza un reale obiettivo"


  Non si placano le polemiche sugli effettivi obiettivi, che si propone di raggiungere la delegazione eletta dal consiglio comunale di Cellino San Marco, composta dai capigruppo e guidata dal sindaco Salvatore De Luca, con riferimento al Piano di riordino ospedaliero. Sull’argomento si registra una nota del Meetup cittadino, che scrive di aver voluto così dare voce alle loro riflessioni e perplessità, oltre che a quelle raccolte tra i cittadini.

venerdì 25 agosto 2017

Idetificato ed arrestato dai carabinieri il presunto autore di un tentato omicidio

Antonio Giglio
Identificato ed arrestato dai carabinieri il presunto autore del tentato omicidio avvenuto al rione Bozzano, a Brindisi, il 19 agosto scorso. I Carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Brindisi hanno eseguito un fermo di indiziato di delitto emesso dal pm. press la Procura,  dott. Milto Stefano De Nozza,  nei confronti di Antonio Giglio, nato a Crotone (KR)46 anni, ma residente a Brindisi  con l’accusa di tentato omicidio volontario nei confronti di Francesco Margherito. Dopo le formalità di rito Giglio è stato così condotto in carcere a Brindisi.
La notte del 19 agosto l’uomo, secondo le indagini svolte dai carabinieri, avrebbe colpito con arma da taglio la vittima al viso ed al collo, mentre urlava : "Io questo lo ammazzo, io lo devo uccidere”.

Con l'intervento della Guardia Costiera demolite alcune strutture posticce nell'oasi di Torre Guaceto

A seguito di segnalazione inoltrata alla Capitaneria di Porto di Brindisi, l’Autorità giudiziaria ha autorizzato il Consorzio di Gestione di Torre Guaceto all’abbattimento di due strutture precarie e abusive presenti sul demanio marittimo in corrispondenza della zona A.  Il perimetro che ignoti hanno tentato di segnare con queste due strutture posticcie è quello dell’area dedicata al nudismo, pratica non autorizzata in Riserva, e che troppe volte ha creato disagi agli utenti dell’area protetta. 

Carabinieri, un arresto per droga aSan Michele Salentino ed un altro per evasione dai domiciliai a Torre Santa Susanna

I carabinieri di San Michele Salentino, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, un minore del luogo. A seguito di perquisizione domiciliare il ragazzo è stato trovato in possesso di 30 grammi di marijuana, destinata allo spaccio, nonché del materiale per il confezionamento. Il tutto è stato sottoposto a sequestro.
Dopo le formalità di rito il giovane è stato tradotto presso il Centro di prima accoglienza per minorenni di Monteroni di Lecce.
 A Torre Santa Susanna i carabinieri hanno, invece, arrestato in flagranza di reato Angela De Micheli, 40 anni, di Oria. Già sottoposta agli arresti domiciliari presso la propria abitazione, la donna aveva chiesto, ed era stata autorizzata a recarsi presso uno studio dentistico di Erchie, ma è stata sorpresa fuori itinerario, senza giustificato motivo.
Dopo le formalità di rito la donna è stata nuovamente sottoposta al regime degli arresti domiciliari.

San Pietro, arrestato un 30enne. Per comprasi la droga picchiava i genitori. Denunciato per furto un giovane nigeriano richiedente asilo

Caserma carabinieri di San Pietro Vernotico 
Per la droga picchiava i genitori. I carabinieri di San Pietro Vernotico lo hanno così arrestato in flagranza di reato ed S.P. 30 anni, è finito in carcere a Brindisi con l’accusa di tentata estorsione, lesioni e maltrattamenti in famiglia. Per potersi procurare la sostanza stupefacente l’uomo, già segnalato come assuntore, aveva tentato di estorcere ai genitori il denaro necessario. Vistosi respingere la richiesta S.P. non ha esitato ad aggredirli, procurando loro graffi ed escoriazioni, tanto da costringerli a ricorrere alle cure dei sanitari.

giovedì 24 agosto 2017

Oria, un arresto per residuo pena

I carabinieri di Oria hanno eseguito un “Provvedimento esecuzione pene concorrenti” emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi e tratto in arresto Andrea Summa, 30anni, del luogo (nella foto). Dovrà espiare una pena residua di 4 anni, 9 mesi e 21 giorni di reclusione per violazioni della normative sulle sostanze stupefacenti, reati commessi in Oria il 30 aprile 2012 e 31 dicembre 2013, nonché tentata rapina aggravata, ricettazione e violazione della normativa sulle armi da sparo, commessa il 6 gennaio 2016.
L’arrestato dopo le formalità di rito è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Brindisi.

La Polizia ritrova una Vespa Piaggio rubata all'inizio del mese

Agenti dell’Unità Anticorruzione della Squadra Mobile di Brindidi hanno rinvenuto all’interno di un cortile condominiale di piazza Raffaello, nel quartiere di Sant’Elia. , una Vespa Piaggio 125cc, (nella foto) che era stata rubata a Brindisi il 6 agosto scorso.

martedì 22 agosto 2017

Nasta: "Sul Carnevalone Renna fa confusione tra parte lesa ed imputato"

avv. Orlando Nasta
Com’è noto l’ex sindaco di San Pietro Vernotico, Maurizio Renna, e la sua parte politica,  da tempo hanno deciso di non fare riferimento per le loro note stampa a “Chiazza Randa”. E’ una loro scelta, che rispettiamo. Questo, però, non ci impedirà di riferire su fatti di rilevanza ed interesse pubblico. Come ad esempio la nota, che alcune testate on line oggi, 22 agosto, hanno accreditato all’ex sindaco Renna, con la quale riferisce di una indagine da parte della magistratura sul “Carnevalone” edizione 2015. Sull’argomento, abbiamo ricevuto e, pertanto, pubblichiamo ciò che scrive l’ex assessore al ramo, l’avv. Orlando Nasta, che con quella nota viene pesantemente chiamato in causa da Renna.
 “Il documento a firma dell’ex sindaco Renna si commenta da solo, ma merita alcune brevi precisazioni per evitare che i colpi di sole procurino più danni del previsto:
1) Ad essere sotto inchiesta non è il Carnevalone Sampietrano del 2015, ma tutt’altro.
2) Renna non ha ben chiara la distinzione tra parte offesa ed imputato. Come riportato nel documento attribuitogli nella vicenda del Carnevalone  il Comune è parte offesa, ovvero il soggetto danneggiato, e non chi avrebbe commesso il reato. E Maurizio Renna non è parte offesa, come vorrebbe far credere, ma il Comune di San Pietro Vernotico in persona del sindaco pro-tempore.
3) Se l’associazione, che ha attuato il Carnevalone ha fatto qualcosa di illegale (non conosco il contenuto del rinvio a giudizio e, pertanto, non mi esprimo sul punto), ne risponderà innanzi alla Giustizia. Se sarà giudicata colpevole sarà condannata, se innocente assolta. Ma il procedimento non è contro il sottoscritto o l’ex sindaco Pasquale Rizzo, e non riguarda l’affidamento o l’esecuzione del servizio, ma al più, per ciò che si può comprendere, la documentazione successivamente prodotta: cosa c’entrano gli organi politici o la manifestazione con tutto ciò?.
4) L’associazione aveva tutti i requisiti per poter svolgere il servizio e lo ha fatto benissimo, tanto che un Carnevalone di tale spessore non si vedeva da anni a S. Pietro Vernotico. La manifestazione è stata organizzata in maniera impeccabile e perfetta sotto ogni punto di vista. Tutti gli elogi erano e sono meritati rispetto a ciò che San Pietro Vernotico ha avuto il piacere di vivere, allo spettacolo messo in campo, all’impegno profuso dai componenti della associazione: non si rinnega nulla delle decisioni del tempo e del compiacimento per il lavoro svolto;
5) Il funzionario del Comune ha pagato quanto previsto in delibera. L’associazione non ha agito contro il Comune per chiedere differenze, sebbene abbia rendicontato maggiori oneri o minori incassi. L’ex sindaco Renna spera forse così di eliminare le sue responsabilità per quanto i Commissari stanno mettendo a nudo per tutti gli affidamenti effettuati contro legge? Ridicolo e dannoso come i suoi due anni di amministrazione;
6) Il rendiconto della associazione è stato approvato dal dirigente con determina nr. 418 del 17.9.2015  7) Per quanto attiene il costo della manifestazione, sino a maggio del 2015 abbiamo dato copertura ad ogni onere, i servizi sociali hanno visto incrementare del 110% le somme messe a disposizione, borse lavoro, baliatico, centro sociali, erogazioni a famiglie bisognose, nulla è stato negato. In due anni da giugno 2015 a giugno 2017 l’amministrazione Renna invece, ha negato servizi, dilapidato un patrimonio in termini di spesa sociale e di investimenti anche nella cultura (per la prima volta nella storia di San Pietro la Festa della bandiera non è stata celebrata), oltre ad aver chiuso “Crescere insieme”, "Bollenti spiriti" e finanche il Pronto soccorso estivo e l’Ospedale;
8) E’ assolutamente falsa (e documentalmente provata) la circostanza che il sottoscritto nella doppia veste di assessore al ramo e tesoriere di una associazione avrebbe conferito alla stessa rilevanti affidamenti.
San Pietro Vernotico ha compreso bene la differenza tra chi ha amministrato dal 2010 al 2015 e chi lo ha fatto per fortuna solo per due anni, dal 2015 al 2017. Non è con le false indiscrezioni sul Carnevalone affidate a certa stampa che posoono coprire la loro  manifesta inettitudine ed incapacità ad amministrare.
Avv. Orlano Nasta 

domenica 20 agosto 2017

Carabinieri, a Oria è caccia ai due rapinatori

Indagini sono in corso da parte dei carabinieri di Oria con l’obiettivo di identificare due persone che volto travisato, ed uno armato di coltello, nella serata di ieri, dopo aver fatto irruzione in un negozio di detersivi, in via Francavilla si sono fatti consegnare dalla titolare, sotto la minaccia dell’arma bianca, il registratore di cassa con un contante di circa 400 euro.
 I due rapinatori sono poi riusciti a far perdere le loro tracce nel dedalo delle vie circostanti. 
Le indagini immediatamente avviate dai carabinieri hanno consentito di ritrovare il registratore di cassa vuoto, i due passamontagna e le due magliette indossate dai malfattori, oltre al coltello. Materiale che è stato sequestrato ed affidato alla scientifica per le opportune analisi.




Polizia, un giovane denunciato per droga ed un'auto restituita al proprietario


 E’ di un 24enne denunciato per possesso di sostanze stupefacenti e di un veicolo restituito al legittimo proprietario il bilancio di una duplice attività investigativa da parte del personale della Questura di Brindisi. A seguito di perquisizione domiciliare effettuata in un appartamento che insiste tra i quartieri Commenda e Sant’Angelo, gli agenti della Sezione Antidroga e dell’Unità Anticorruzione hanno rinvenuto e sequestrato 30 grammi di marijuana nascosta in un marsupio in camera da letto. Oltre al classico kit dello spacciatore, ovvedro un bilancino elettronico di precisione, bustine in cellophane trasparenti e rotolo di nastro isolante nero.

  Il giovane è stato, pertanto, denunciato a piede libero. Intanto a seguito di un capillare controllo del territorio il personale della Squadra mobile ha ritrovato un’Alfa Romeo Giulietta, che era stata rubata il mese scorso a Brindisi. Rintracciato il proprietario la Polizia ha provveduto a restituirgli il veicolo.
L’attività di prevenzione e controllo del territorio è una delle priorità disposte dal Questore di Brindisi, Dr. Maurizio Masciopinto, in attuazione della più generali direttive del Dipartimento della Pubblica Sicurezza e dello stesso Capo della Polizia.




Torre San Gennaro in festa, senza dimenticare Barcellona

Con la seconda edizione del "Summer Festival" Torre San Gennaro torna a riproporsi ai villeggianti con il vezzo tipica della località balneare dedita al divertimento, seppure senza tante pretese. Musica live per tutti, balli e proposte enogastronomiche tipiche: questa la formula vincente della proposta targata Art Com, associazione artigiani e commercianti di San Pietro Vernotico, che per due giorni, ieri sabato, 19 agosto, ed oggi, domenica 20, in replica, sta funzionando. Tantissimi i villeggianti, che psabato sera hanno preso d’assalto il centro storico di Torre San Gennaro, la popolosa marina in agro di Torchiarolo, per l’occasione chiuso al traffico veicolare.
  Una proposta semplice, ma sempre gradita dal pubblico, che tra l’altro non ha dimenticato l’attualità. Ieri sera gli organizzatori hanno, infatti, esibito alla presenza del sindaco di Torchiarolo, Nicola Serinelli, ed un nugolo di amministratori comunali, un banner a testimonianza della loro vicinanza e solidarietà a Barcellona, appena colpita da un tragico attentato terroristico.
  “Non ho paura” hanno ribadito anche a Torre Gennaro.     

venerdì 18 agosto 2017

In bici da Bilbao a Bari e tappa a Torchiarolo

In bici da Bilbao, ridente località nella Spagna settentrionale, a Bari con tanto di sosta, tra le altre, a Torchiarolo. Amanti della due ruote ventuno ciclisti tedeschi, scozzesi, polacchi, francesi e lituani, dopo aver lambito i Pireni, la catena montuosa, che traccia il confine tra Spagna e Francia, si sono imbarcati per la Sardegna e da qui per Napoli, da dove sono ripartiti per Potenza, Gallipoli, Otranto con sosta, l’altro ieri a Torchiarolo. Partenza oggi per Ceglie Messapica in direzione Bari.
 Il più anziano della comitiva ha 79 anni.
  Grandi accoglienze a Torchiarolo per il gruppo di ciclisti, che ha potuto “accamparsi” sul piazzale antistante una villa privata, messa a disposizione dal sig. Paolo, mentre la moglie si è data da fare per far assaggiare agli ospiti alcune prelibatezze tipicamente salentine: pipi e melanzane. E per frutta fichi d’india.
 La comitiva è stata accolta dal sindaco Nicola Serinelli e “scortata” dalla Polizia locale, che ha offerto assistenza a tutto campo.   
   

Lariccia (F.I.) : "Il sindaco di Cellino non ci prenda in giro"

Com'era prevedibile nel comprensorio a  sud di Brindisi la polemica sul piano di riordino ospedaliero, qello che di fatto ha decretato la morte dell'ospedale Melli, di San Pietro Vernotico, infuria. Al varo di una delegazione consiliare decretata dal consiglio comunale di Cellino San Marco con l'obiettivo di affrontare l'argomento con il direttore generale della Asl di Brindisi, fa seguito una nota, che pubblichiamo integralmente, da parte del segretario cittadino di Forza Italia, a San Pietro Vernotico, avv. Michele Lariccia (nella foto).
"Siamo disponibili a tutto tranne che a farci prendere in giro dal sindaco di Cellino San Marco,che ha, invece, più volte apertamente manifestato, anche in occasione del Consiglio Comunale monotematico tenutosi a San Pietro Vernotico, la sua posizione favorevole rispetto al piano di riordino ospedaliero voluto da Emiliano e dalla sua maggioranza”.
Da sampietrano e firmatario del ricorso  al Tar insieme ai colleghi dell' opposizione e al comitato "Salviamo il Melli" sono indignato dinanzi a cotanta ipocrisia...!!! Ci aspettavamo una risposta diversa dal territorio e soprattutto dai sindaci che lo rappresentano, purtroppo solo i sindaci di Torchiarolo e Squinzano hanno dimostrato una certa sensibilita' all' argomento in questione...Cellino e San Donaci hanno semplicemente eseguito ordini di scuderia anteponendoli (vergognosamente) al diritto alla salute dei cittadini.Cio' che accade in questi giorni al Perrino e' drammatico e chi non ha avuto il coraggio e il buon senso di opporsi ad un progetto sciagurato e penalizzante per il territorio se ne assuma tutte le responsabilita'. Credo sia opportuni attendere l' esito del ricorso al Tar per poi organizzare, qualora dovesse essere respinto, una grande mobilitazione coivolgendo  comitati sindacati e tutti quegli amministratori, che tengono davvero alla risoluzione della problematica, senza chiacchiere e demagogia.


Piano di riordino ospedaliero regionale e delegazioni consiliari comunali

 Dunque, la Giunta regionale della Puglia vara il Piano di riordino ospedaliero, che decreta di fatto la chiusura, tra gli altri, anche dell’ospedale “Melli” di San Pietro Vernotico. E così mentre i Comuni di Torchiarolo, Squinzano, comitati civici ed ex consiglieri comunali si sono già attivati per un ricorso al Tar con l’obiettivo di bloccare quel Piano di riordino, che a detta di tutti tanti guasti sta provocando, il consiglio comunale di Cellino San Marco che fa?. Il giorno dopo ferragosto, a mezzogiorno, elegge una delegazione consiliare, che si prefigge di incontrare il direttore generale della Asl di Brindisi, Giuseppe Pasqualone, e sanitario, Antonino Laspada, ai quali chiedere una “rivisitazione” del Piano e presentare “una proposta dettagliata di potenziamento dei servizi territoriali e di ripristino dei servizi soppressi”.

giovedì 17 agosto 2017

Cellino, eletta la delegazione consiliare che chiederà un confronto sul piano di riordino ospedaliero

 Il consiglio comunale di Cellino San Marco ha deciso: sarà la delegazione guidata dal sindaco Salvatore De Luca e composta dai capi gruppo consiliari, Lorenzo Mazzotta, Nicola Pezzuto, Alberico De Lorenzo, Rosalba Gatti, ed al posto del capo gruppo di “Ricostruiamo Cellino” Simona Cesano, per esplicita richiesta degli interessati, da Gianluca Budano, che chiederà un incontro con il direttore generale della Asl di Brindisi, Giuseppe Pasqualone, e sanitario, Antonino La Spada, per una “rivisitazione” del Piano di riordino ospedaliero.

mercoledì 16 agosto 2017

A Torre San Gennaro ritorna il Summer Festival dei sapori e della buona musica

Seconda edizione del San Gennaro Summer Festival sabato 19 e domenica 20 agosto sulla marina di Torre San Gennaro, agro di Torchiarolo. Un appuntamento nel segno della musica e gusti del Mediterraneo, voluto dal Comune di Torchiarolo in collaborazione con "A. Art. Com " l’Associazione Artigiani e Commercianti di San Pietro Vernotico , le attività commerciali locali ed i comitati “Il Porticciolo” e " Borgo Antico ".

Con il contingente italiano e nel nome della Madonna cristiani e musulmani insieme a Shama

 Cristiani e musulmani insieme nel nome di Vergine Maria. Per la prima volta a Shama, sede del comando del contingente italiano schierato nel sud del Libano, è stata celebrata l’Assunzione insieme alle autorità interreligiose del posto. “Un chiaro esempio di un percorso di pace e convivenza”- ha detto nel corso dell’omelia don Salvatore Lazzara, cappellano militare dei caschi blu italiani nel Paese dei cedri.
Numerosi peacekeeper e civili locali hanno partecipato alla funzione religiosa presso la cappella e il piazzale della base “Millevoi”, a Shama, a dimostrazione della devozione comune a una delle più importanti figure religiose degli scritti sacri cristiani e musulmani.

Ad Herat i carabinieri addestrano le poliziotte afgane

Si è concluso il primo corso “Female Body Searching” dedicato alle poliziotte di Herat a cura dei carabinieri del contingente italiano in Afghanistan. All’attività, durata circa 2 settimane, hanno preso parte 10 agenti dell’Afghan Uniform Police (Aup) e dell’ Afghan Border Police (Abp) secondo una specifica richiesta dei vertici della polizia di Herat, che hanno così voluto formare e abilitare un primo team di personale femminile nelle tecniche di perquisizione in piedi e a terra, difesa personale, disarmo e impiego di armi corte all’interno di infrastrutture civili.

Incendio doloso: un arresto a Francavilla Fontana. A Brindisi per droga

Dà fuoco ai locali presso il mobilificio “Casa d’Oro”, a Francavilla Fontana, ma resosi conto di essere stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza, segnala l’incendio al 112, nella speranza di costruirsi addosso l’immagine dell’insospettabile. I carabinieri, invece, scoprono tutto e Gianlorenzo Di Serio, 38 anni, nato a Novara ma residente a FRancavilla Fontana è stato così tratto in arresto in flagranza di reato. 
Gianlorenzo Di Serio
 Secondo le indagini effettuate dai carabinieri l'uomo a causa di rancori riconducibili alle conseguenze dell'incendio dei locali commerciali di sua proprietà, avvenuto il 17 novembre del 2014, poi affidati in comodato d'uso alla famiglia titolare di "Casa d'Oro", dopo aver scavalcato il muro di recinzione, ha incendiato gli articoli di arredamento per giardino, esposti all'esterno del negozio. Le fiamme hanno interessato la vetrata posta a protezione degli arredamenti esposti internamente, che è andata in frantumi. Di Serio aveva inoltre predisposto che l'incendio si propagasse anche ad un autocarro parcheggiato vicino alla vetrata, avendo posizionato nel serbatoio del carburante l'innesco: un intreccio di fili di erba essiccata.
I danni provocati dall’incendio, spento dai vigili del fuoco di Francavilla Fontana, sono stati stimati in circa 30mila euro.
Su disposizione dell'Autorità Giudiziaria Di Serio è stato posto agli arresti domiciliari.
Claudio Calò
  A Brindisi un detenuto ai domiciliari, Claudio Calò,45 anni è stato sorpreso in flagranza di reato e tratto in arresto dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile. L’uomo aveva 8 grammi di hashish e 12 di marijuana, suddivisa in 7 involucri pronti per lo spaccio, oltre che ad essere stato sorpreso in compagnia di persona controindicata con la misura dei domiciliari-
 Su disposizione dell’Autorità giudiziaria Calò è stato nuovamente posto ai domiciliari.
 

A Savelletri le Frecce Tricolre in ricordo del maggiore Carrone

Le Frecce Tricolori a Savelletri, frazione di Fasano, sabato 19 agosto. Al termine di una cerimonia di commemorazione alla memoria del maggiore pilota Giuseppe Carrone, deceduto in servizio, nel corso della quale sarà scoperta una targa a lui dedicata dai concittadini, la pattuglia acrobatica nazionale effettuerà una serie di passaggi. I sorvoli sono previsti per le ore 17 circa.

lunedì 14 agosto 2017

A Torre San Gennaro sport con e per i giovani

Dopo 4 anni, ritorna il sano sport estivo a Torre San Gennaro, marina di Torchiarolo. Giovedì  17 e venerdì 18 agosto  si terranno, sul suggestivo playground di Piazza Garibaldi , a pochissimi metri dal mare, tornei di street basketball, calcetto e beach volley . 

Con i Granatieri di Sardegna celebrata la "Giornata internazionale della gioventù" in Libano

 Celebrata presso il Comando di Unifil a Naqoura, nel sud del Libano, l'International Youth Day (Giornata internazionale della gioventù), promosso dal comando del contingente italiano in Libano in cooperazione con le comunità di giovani locali.
Alla presenza del “Deputy Head of Mission” e direttore del “Political and Civil Affairs” di Unifil, dottor Imran Riza, e del comandante della Joint Task Force-Lebanon, generale di Brigata Francesco Olla, decine di adolescenti provenienti da paesi limitrofi hanno svolto attività artistiche e culturali, finalizzate allo sviluppo delle capacità teatrali, vocali ed espressive in genere, maturate grazie ai numerosi progetti condotti dai caschi blu a supporto della popolazione.

sabato 12 agosto 2017

Carabinieri, arresti per droga a Fasano e Francavilla Fontana

  Coltivava marijuana in casa. Un operaio di Pezze di Greco, Fasano, il 26enne Antonio Tedeschi, è stato scoperto ed arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile nel corso di uno dei servizi mirati alla prevenzione ed al contrasto dei reati concernenti il consumo e lo spaccio di droghe. 
Antonio Tedeschi
  A seguito di perquisizione domiciliare Tedeschi è stato trovato in possesso di 3 piante di marijuana alte circa 1 metro l’una, invasate, oltre a 2 bilancini di precisione. Il giovane è stato, pertanto, arrestato e posto ai domiciliari con l’accusa di coltivazione e produzione di sostanze stupefacenti.
Pietro Padula
  A Francavilla Fontana i carabinieri hanno, invece, arrestato un uomo perché in possesso di oltre mezzo chilo di marijuana. Anche in questo caso ad operare sono stati i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, i quali hanno arrestato in flagranza di reato il 46enne Pietro Padula.
La droga, circa 550 grammi di marijuana, confezionata in 6 buste sottovuoto, è stata trovata da un “carabiniere” a 4 zampe, in forza al Nucleo cinofili didi Modugno, in provincia di Bari, Charon, uno splendido esemplare di 3 anni e mezzo di pastore tedesco.
Anche Padula è stato arrestato e posto ai domiciliari a disposzione dell’Autorità giudiziaria.




Da stasera viale Provenzano, a Torre San Gennaro, illuminato

 Su viale Provenzano nella marina di Torre San Gennaro da questa sera, 12 agosto, sarà nuovamente in funzione la pubblica illuminazione. L’impianto è stato riparato da alcune settimane a cura e spese del Comune di Torchiarolo, ma solo ora l’Enel a conclusione della fase burocratica ha provveduto all’allaccio alla rete elettrica.
 Nel frattempo sono stati sostituiti con lampade ad alta efficienza anche i corpi illuminanti sugl’incrocio a raso in contrada “Piutri” e sulla rotatoria in prossimità della zona  “Miramare”, sempre in agro di Torre San Gennaro.

venerdì 11 agosto 2017

Piano di riordino ospedaliero: Cellino San Marco eleggeà una delegazione del consiglio comunale

Il consiglio comunale di Cellino Sa Marco è stato convocato per mercoledì, 16 agosto, alle 11, ed in seconda convocazione alle 12 del giorno dopo. Tra gli altri punti all’ordine del giorno dei lavori c’è la nomina di “una delegazione rappresentativa di tutti i gruppi consiliari al fine di incontrare il direttore generale e sanitario della Asl di Brindisi ai quali presentare un proposta dettagliata di potenziamento dei servizi territoriali e recupero di quelli soppressi”. L’iniziativa rientra nell’ambito delle azioni che il consiglio comunale ha decretato di  adottare con voti unanimi lo scorso 30 giugno con riferimento al Piano di riordino ospedaliero.
  Piano di riordino, che com’è noto ha decretato di fatto la chiusura dell’ospedale “Melli” e la sua parziale riconversione in Rems, residenza per malati psichiatrici gravi. Tanto che dal primo luglio scorso il Pronto soccorso del presidio ospedaliero sampietrano è già stato chiuso.
  Che cosa andrà a proporre la delegazione comunale di Cellino San Marco al direttore generale, ed a quello sanitario, al momento non è dato saperlo. E tantomeno è possibile ipotizzare cosa di fatto potranno fare i due dirigenti della Asl di diverso da quello, che già prevede il Piano di riordino ospedaliero, che com’è noto è stato deciso a livello regionale. E che tra l'altro è stato sottoscritto dall'allora sindaco di San Pietro Vernotico, Maurizio Renna, per competenza trerritoriale, sebbene lo abbia fatto senza alcun mandato di giunta o consiglio comunale.
  Indiscrezioni di palazzo riferiscono che la delegazione sarà composta dai capigruppo in consiglio comunale. E che prevedibilmente sarà guidata dal sindaco Salvatore De Luca. A mezzogiorno di mercoledì, il giorno dopo di ferragosto, sarà comunque il consiglio comunale a formalizzarne la nomina.
 

giovedì 10 agosto 2017

Una passerella per disabili da mettere in sicurezza

  Quella passerella-trappola è da demolire. O quanto meno da sottoporre a radicali interventi strutturali. E’ da più di un mese che la Polizia municipale di San Pietro ha segnalato la pericolosità di quella struttura, che dall’alto di Campo di Mare porta giù sulla spiaggia da un’altezza di alcune decine di metri, suggerendone addirittura la demolizione. Tutto quello che sinora è stato fatto, però, è mettere del nastro bianco-rosso agli accessi ed in prossimità delle travi, che con il tempo e l’incuria sono cedute per il marciume.

Una passerella trappola a Campo di Mare

La passerella trappola a Campo di Mare
  La passerella a Campo di Mare, marina di San Pietro Vernotico, è stata installata per consentire ai portatori di handicap di poter agevolmente raggiungere la battigia. Ed invece l’incuria e l’abbandono l’hanno trasformata in una trappola. Ne sa qualcosa Lucia (nome di fantasia), che l’altra sera inavvertitamente ci è finita dentro con la gamba, con inevitabile escoriazione, per fortuna solo in modo lieve.

mercoledì 9 agosto 2017

A Torre San Gennaro sulle ali di carta degli aeroplanini

Con la fantasia sulle ali di carta. Quelle degli aeroplanini, che tanti anni fa facevano la gioia ed il divertimento di grandi e piccini. A riscoprire e riproporre la semplicità di quelle emozioni senza confini è ora l’associazione “Il Dialetto Sampietrano”, che per domenica 13 agosto, propone ai villeggianti di Torre San Gennaro, marina di Torchiarolo,  “La gara degli aeroplanini di carta”. 
 La competizione si svolgerà sul piazzale antistante la rotonda a partire dalle 10, mentre gli aerei sui quali librare in aria emozioni e divertimento li si potrà costruire sul posto, grazie ai suggerimenti “tecnici” degli organizzatori.
  Ogni partecipante ha a disposizione 5 minuti per costruirne 3 e lanciarli il più lontano possibile. Dalla somma delle distanze raggiunte verrà poi stilata una classifica.
  Partecipare, e magari vincere, divertendosi con la semplicità di un gioco relegato nei ricordi di tanti, ma che ancora affascina e coinvolge: questa la proposta per una domenica al mare diversa dal solito. Ulteriori informazioni possono essere richieste al 340.5487500.
  

Spagnolo: "Non ho preso la distanza dalla maggioranza"

   In merito all'articolo sulle tensioni al Comune di Torchiarolo, il consigliere comunale Luciano Spagnolo precisa di “non aver preso nessuna distanza dalla maggioranza”. E spiega la sua astensione al voto in aula con il fatto, che essendo subentrato in consiglio comunale solo da pochi giorni, non era preparato sugli argomenti posti all’ordine del giorno dei lavori. 
 “Per mia coscienza ed in tutta responsabilità non ho voluto alzare la mano. Non per questo-scrive Spagnolo- volevo allontanarmi dalla maggioranza”.

Disservizi a Campo di Mare: la denuncia dei giovani di Forza Italia

 Alle segnalazioni a suo tempo inoltrate agli organi preposti dall’avv. Michele Lariccia, segretario cittadino di Forza Italia  sulla indecente situazione in cui versano i bagni pubblici del parcheggio all’ingresso della marina, i giovani di Forza Italia, ritengono opportuno “segnalare a chi di competenza un ulteriore disagio per i villeggianti”: l’impossibilità di usufruire delle docce e delle fontane pubbliche in prossimità della scalinata, che conduce ad un lido privato ed alla spiaggia pubblica.
 “Che si tratti di atto vandalico o di un semplice guasto, in un momento in cui ci si avvicina al ferragosto, il periodo più caotico dell' estate, è doveroso- scrivono i giovani di Forza Italia- riportare alla normalità l’erogazione di così semplici, ma essenziali servizi pubblici. Nondimeno sarebbe opportuno elevare i controlli e il presidio sul territorio”.
 “Si parla spesso di rilancio del territorio attraverso il turismo. Da qui-concludono i giovani esponenti di Forza Italia- l’opportunità di intervenire su situazioni, che oltre al disservizio danneggiano anche l' immagine della nostra marina”.

Abbandono incontrollato dei rifiuti: a luglio individuati dai carabinieri 21 siti

L’attività di contrasto dei carabinieri al fenomeno dell'abbandono incontrollato di rifiuti ha registrato durante lo scorso mese di luglio numerosi controlli, al termine dei quali sono stati individuati e segnalati alle autorità amministrative 21 siti in cui sono abitualmente abbandonati rifiuti e per i quali sono ora in via di emissione i provvedimenti di bonifica.
Ancora una volta il comando provinciale dei carabinieri pone l’attenzione sulla “particolare fenomenologia, che reca indiscutibile nocumento a livello ecologico ed economico”. Ed apprezza “l’attenzione alla prevenzione delle illegalità, anche da parte di tutti i cittadini, i quali possono sempre segnalare al 112 le situazioni correlate al fenomeno di cui possono essere testimoni”.

Serinelli bacchetta gli incivili e promette battaglia al rifiuto selvaggio

       “Pur disponendo di un ottimo servizio di igiene urbana e di un’ottima isola ecologica, aperta tutti i giorni,  anche nelle ore pomeridiane, non passa giorno nel quale non si debba essere costretti a raccogliere ogni tipo di rifiuti, gettati da incivili lungo le strade del paese, delle marine, sui piazzali, sulle strade di campagne, sotto gli alberi d’ulivo, (segno e vanto distintivo delle nostre radici), e persino nell’area archeologica di Valesio”. La denuncia pubblica arriva a firma del sindaco di Torchiarolo, Nicola Serinelli, che definisce "scandaloso" quanto sta accadendo. 

martedì 8 agosto 2017

Affidati i lavori di ripristino dell'impianto semaforico sull'incrocio per Cellino

In attesa che venga accertata la responsabilità del  soggetto a cui addebitare i costi, il comune di San Pietro Vernotico, attualmente diretto dal commissario prefettizio, il viceprefetto Maria Antonietta Olivieri, e dal sub commissario, il funzionario economico e finanziario in prefettura, Giuseppe Grassi, espletati gli adempimenti previsti dalla normative, ha affidato alla ditta Save di Montalbano di Fasano l’intervento di ripristino dell’impianto semaforico sull’intersezione tra via Paolo Ancora e via Cellino. L’intervento verrà a costare poco più di 2mila euro.