venerdì 19 febbraio 2016

Arneo, il percorso suggerito dai sindaci

  Nel corso di un’apposita riunione sulla questione della cartelle dell’Arneo, che in questi giorni sono state recapitate ai contribuenti salentini, i sindaci di San Pietro (Maurizio Renna), Cellino San Marco (Salvatore De Luca), San Donaci (Domenico Fina) e Torchiarolo (Nicola Serinelli) hanno concordato di adire come Comuni istanza al Giudice Tributario. E di interessare la Procura della Repubblica di Brindisi, unitamente al Prefetto, ai quali chiederanno un approfondimento di indagini sull’attività ed il comportamento del Consorzio di Bonifica dell’Arneo in riferimento a eventuali “fattispecie di reato in danno dei cittadini”.

  Cittadini ai quali i sindaci suggeriscono, intanto, di inviare una lettera, che sarà distribuita attraverso i patronati, sindacati ed uffici comunali, con la quale chiedere al Consorzio di Bonifica dell’Arneo, puntuale riscontro dei lavori eventualmente eseguiti, dei vantaggi che le opere di bonifica avrebbero apportato. Nonché la qualità, il costo, la data di effettuazione delle opere, le spese sostenute e le modalità di riparto”.
“In caso di riscontri negativi i cittadini potranno chiedere- sostengono i sindaci- l’annullamento degli avvisi di pagamento”.
  Intanto a San Pietro, come anche negli altri Comuni, si moltiplicano le iniziative da parte delle rappresentanze politiche, finalizzate a scongiurare l’addebito a carico dei cittadini. Si tratta di percorsi diversi messi in atto con il dichiarato obiettivo di evitare di incorrere nella scadenza dei termini concessi dalla normativa per poter presentare formale ricorso giuridico all’avviso di pagamento.